fbpx

Il ruolo dell’operatore amministrativo segretariale nel mondo del lavoro

Operatore amministrativo segretariale

Nel mondo del lavoro è indispensabile avere una figura che sia capace di organizzare la comunicazione tra i vari reparti di un’azienda, una persona che abbia le giuste competenze per catalogare le varie tipologie di documenti e che sappia gestire con efficienza il lavoro d’ufficio: tutto questo è compito dell’operatore amministrativo segretariale, ruolo sempre più centrale all’interno di un’impresa.

In questo articolo andremo a vedere cosa fa, quanto guadagna e come si fa a diventare operatore amministrativo segretariale.

Chi è l’operatore amministrativo segretariale e il suo ruolo all’interno dell’azienda 

Un ruolo di grande importanza all’interno di un’azienda è quello dell’operatore amministrativo segretariale, perno intorno al quale ruota tutto il lavoro d’ufficio di un’impresa.

Ma chi è e cosa fa? È quel professionista che organizza e gestisce le varie attività d’ufficio di un’azienda, il tutto tramite specifiche competenze tecniche, strumenti informatici del settore e altre conoscenze pratiche a seconda delle esigenze richieste. Dall’accoglienza ai clienti fino al rapporto con i fornitori, passando per lo smistamento della corrispondenza e per la gestione di documenti e fatture, senza l’operatore amministrativo segretariale l’azienda vivrebbe nel caos.

È molto importante che un operatore amministrativo segretariale conosca sia i vari strumenti informatici che la lingua inglese, requisito fondamentale nel mondo del lavoro attuale.

Abbiamo visto le competenze utili a svolgere questa professione, ora vediamo gli sbocchi lavorativi e le informazioni principali sul lavoro di operatore amministrativo segretariale.

Gli sbocchi lavorativi e quanto guadagna l’operatore amministrativo segretariale 

Come abbiamo visto l’operatore amministrativo segretariale è il fulcro delle attività di ufficio di un’azienda e per questo motivo la sua è una delle figure più richieste nel mondo del lavoro. Viste le sue competenze specifiche e di grande importanza, questo ruolo offre vari sbocchi lavorativi: l’operatore amministrativo segretariale può lavorare sia all’interno di grandi aziende che in piccole medie imprese artigiane, commerciali o di servizi. Basti pensare che nella Regione Lazio, nel 2019, sul territorio erano presenti all’incirca 88.596 aziende (dati ISTAT): numeri che fanno capire quanta richiesta ci sia per il lavoro di operatore amministrativo segretariale.

Ma il panorama lavorativo si amplia ancora di più visto che è una figura richiesta anche da enti pubblici o privati – in Italia e all’estero – tra cui ospedali e le scuole di ogni ordine e grado. In Italia lo stipendio medio di un operatore amministrativo segretariale varia a seconda del grado d’esperienza e dall’entità dell’azienda, ma si parte da una base di circa 1000 – 1200€ al mese, fino ad arrivare ai 2100 – 2300€ mensili.

Quella dell’operatore amministrativo segretariale è una posizione lavorativa ben retribuita che ti dà la possibilità di fare carriera e, soprattutto, di avere una vita serena: ma per arrivare a ciò devi formarti al meglio, non ci sono scorciatoie.

Come diventare operatore amministrativo segretariale 

Ma come si diventa operatore amministrativo segretariale?

Per lavorare come operatore amministrativo segretariale è necessario avere il diploma di scuola superiore, meglio se un titolo di studi a indirizzo commerciale, ma purtroppo non è sufficiente per iniziare questa carriera. Essere un operatore amministrativo segretariale significa avere quelle competenze specifiche che si possono acquisire solo seguendo un corso specializzato.

Sul mercato si trovano una miriade di percorsi formativi a riguardo, ma per capire se un corso è di valore o meno devi analizzare attentamente i suoi requisiti e tra questi ci deve essere una sezione di pratica: è vero che per svolgere al meglio la professione di operatore amministrativo segretariale devi avere competenze specifiche ma, soprattutto, devi saperle mettere in pratica perché solo così potrai distinguerti dalla concorrenza e avere più possibilità di essere assunto.

Esistono corsi di formazione a pagamento, ma ci sono anche eccellenti percorsi formativi completamente gratuiti: tra questi spicca quello della Regione Lazio, grande sostenitrice dell’alta formazione professionale tanto che è lei stessa a investire sui corsi, così da poter formare professionisti competenti e persone più preparate a muoversi nel mondo del lavoro.

Corsi gratuiti di operatore amministrativo segretariale 

Se sei un neodiplomato in ragioneria alla ricerca del tuo primo lavoro o un giovane che, dopo vari colloqui non andati a buon fine, vuole darsi una possibilità di successo in più, seguire un corso di alta formazione professionale è ciò che fa al caso tuo: i tuoi docenti saranno i migliori professionisti del settore, ti accompagneranno passo dopo passo nell’acquisizione delle competenze richieste, riceverai un attestato che dimostra che sei un operatore amministrativo segretariale e, soprattutto, avrai tutti gli strumenti necessari per muoverti senza problemi nel mondo del lavoro.

Tutto questo lo puoi avere in maniera completamente gratuita grazie al Programma GOL, una delle politiche attive della Regione Lazio per contrastare la disoccupazione. La Regione finanzia i corsi in modo che per l’utente siano gratuiti: questo perché crede nel fatto che tutti hanno diritto alla miglior educazione professionale possibile e, soprattutto, perché una persona competente sarà più felice di fare il proprio lavoro e, di conseguenza, il datore di lavoro sarà più contento ad avere collaboratore preparato che aumenta la qualità della sua attività.

Il Programma GOL fa parte dei fondi previsti dal PNRR stanziati dall’Unione europea per l’iniziativa NextGenerationEU e, inoltre, c’è il patrocinio del Ministero del Lavoro e dell’ANPAL, tutti enti governativi che sono sinonimo di affidabilità e professionalità. Una grande occasione soprattutto per i neodiplomati che, dopo aver concluso un percorso di studi, sono alla ricerca di un punto di partenza per iniziare a costruire il proprio futuro.

Conclusioni

Il mondo del lavoro è sempre più competitivo e per emergere ci sono sempre più difficoltà. Ma le difficoltà sono fatte per essere superate e per riuscirci bisogna far leva su due aspetti: il desiderio e l’agire. Devi credere e desiderare fortemente di meritare un lavoro ben retribuito, dove ti senti realizzato e rispettato; devi desiderare e fare di tutto per avere una vita più serena, in modo da stare in pace con il mondo che ti circonda e soprattutto con te stesso. Una volta individuati i propri desideri è tempo di agire, ed è forse qui che la maggior parte delle persone si blocca, perché la paura di non riuscire o il timore di sentirsi spaesati nel mondo del lavoro li porta a rinunciare ai propri desideri.

Per ottenere ciò che si desidera è necessario affrontare le proprie paure e rischiare, perché solo così si inizia davvero a cambiare in meglio la propria vita: basta lasciarsi sfuggire le occasioni che la vita ti presenta per un’ipotetica paura, perché così facendo reprimi i tuoi bisogni, le tue esigenze e i desideri e fai solo del male a te stesso. Se non agisci non puoi sperare nel cambiamento e, senza di esso, non ti dai la possibilità di migliorare la tua vita.

Corsi di alta formazione professionale sono il primo passo da fare per attuare questo cambiamento, perché ti forniscono gli strumenti giusti per muoverti all’interno del mondo del lavoro. È il momento di prendere in mano le redini del tuo destino, è il momento di agire e di fare un passo verso quel cambiamento che tanto desideri, quello che con il tempo ti porterà a raggiungere il tuo obiettivo primario: essere una persona felice del proprio lavoro e della propria vita.

 

Ti potrebbe anche interessare:

L’inglese e il lavoro: l’importanza di conoscere la lingua più parlata al mondo

 

Mentora